Mesi de làmpadas

Est su mesi chi arregordat sa festa manna de Santu Giuanni po is Cristianus, chi nd'arribat de sa festa po Cèrere (dea de sa fertilidadi e de sa terra), candu s’alluint is làmpadas po ddi torrai gràtzias. Est una de is arrecurrèntzias sardas prus de importu.

Chi no podit messai, spigat.

Su dìciu inditat si chi no podint pigai su frutu de sa messadura, e si depint acuntentai de sa spigadura, po agiudai is abisongiosus.



Giugno

Mese che ricorda le lampade o meglio le luci che vengono accese in occasione della Festa di San Giovanni per i Cristiani, derivante da quella dedicata a Cerere (dea della fertilità e della terra), quando si accendono le lampade per ringraziarla. È una delle ricorrenze sarde più importanti.

Chi non può mietere, spigola

Il proverbio indica che chi non si può permettere di prendere il ricavato dalla mietitura, potrà prendere quello della spigolatura, una sorta di aiuto sociale.

IS MESIS DE S’ANNU - Progetu Totus Impari po su Sardu

Su calendàriu sardu est acapiau a su traballu de massajus e pastoris e po custu sighit s’annu agràriu cun is atividadis chi si faint in su sartu

Il calendario sardo è legato al lavoro dei contadini e dei pastori e per questo motivo segue l’anno agrario con le attività che si fanno in campagna.

Testi di Valeria Lecca

Scopri gli altri mesi: Gennaio Febbraio Marzo Aprile Maggio Giugno Luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Dicembre
Città Metropolitana di Cagliari - Rete Indaco é un servizio di DM Cultura