Roma, 14 ottobre 2011: Comunicato AIB sull’iniziativa “Carta Batte Forbice” e sui fatti dell’11 ottobre a Roma.

L’Associazione Italiana biblioteche esprime la protesta della comunità bibliotecaria italiana per quanto accaduto a Roma l’11 ottobre in occasione della manifestazione “Carta batte forbice”, organizzata da varie componenti del mondo della cultura per discutere della crisi e del futuro delle biblioteche italiane, alla quale l’AIB ha aderito e partecipato.

Riteniamo inaccettabile che la richiesta di svolgere un’assemblea pubblica nei locali della Biblioteca Nazionale Centrale di Roma per discutere di questioni cruciali non solo per chi lavora nelle biblioteche ma per tutti i cittadini possa essere ridotta a un mero problema di ordine pubblico.
L’AIB ribadisce che le biblioteche devono essere, prima ancora che luoghi deputati allo studio e alla ricerca, luoghi aperti alla libera espressione delle idee e alla costruzione di una coscienza civica fondata sulla centralità della cultura e dell’istruzione. Questi principi sono fondativi per la nostra Associazione e dovrebbero esserlo per l’intero Paese.
La situazione che si è creata alla Biblioteca nazionale di Roma ci ricorda invece che basta poco per trasformare un luogo di cultura in uno spazio inaccessibile e ostile, con una sproporzione fra azione e reazione. Le biblioteche non si difendono con le camionette della polizia ma mettendole in condizione di svolgere i loro compiti istituzionali, dotandole di risorse e personale, riorganizzando funzioni e responsabilità. Leggi tutto »

Firma l’Appello »

Appello pubblico a favore delle Biblioteche Italiane [file .pdf]

[matomo_opt_out]
© 2024 Città Metropolitana di Cagliari | Via F. Ciusa, 21 - 09131 Cagliari | C.F./P.IVA 00510810922