Abrili

Custu nòmini nd’arribat de su latinu APRILIS chi perou podit essi chi ndi bengat de sa lìngua Etrusca antiga APRUL, su nòmini de una dea de cussu pòpulu.

Abrili, tòrrat lèpuri a cuili.

Abrili àcua a bìdili.

In su primu dìciu, chi fait frius su lèpuri torrat in sa tana.
In s'àteru, de su Campidanu, narat ca in su mesi de abrili iat a depit proi meda e po custu si torrant a prenni is mitzas.



Aprile

Deriva dal Latino APRILIS, il quale potrebbe derivare a sua volta dall'antica lingua Estrusca APRUL, nome di una loro divinità.

Aprile rientra la lepre nella tana

Aprile acqua nelle pozze

Nel primo proverbio, se c'è freddo la lepre rientra nella tana.
Nell'altro, tipico del Campidano, si rifà al fatto che nel mese di aprile dovrebbe piovere molto e per questo si riempiono le sorgenti.

IS MESIS DE S’ANNU - Progetu Totus Impari po su Sardu

Su calendàriu sardu est acapiau a su traballu de massajus e pastoris e po custu sighit s’annu agràriu cun is atividadis chi si faint in su sartu

Il calendario sardo è legato al lavoro dei contadini e dei pastori e per questo motivo segue l’anno agrario con le attività che si fanno in campagna.

Testi di Valeria Lecca

Scopri gli altri mesi: Gennaio Febbraio Marzo Aprile Maggio Giugno Luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Dicembre
 © 2021 Città Metropolitana di Cagliari | Via F. Ciusa, 21 - 09131 Cagliari | C.F./P.IVA 00510810922